E’ VIETATO

· Ormeggiare senza autorizzazione.

· I balconi boute-hors oppure passarelle rilevate superando il molo.

· Ormeggiare sulla cima in nylon piombato perché non è concepita per questo uso.

· Attaccare degli oggetti sui moli (scale per accedere, protezioni…) tranne permesso dalla capitaneria.

E d’obbligo

· Tutte le barche, tranne i gommoni, devono essere equipaggiati di bocca di rancio davanti e dietro e di parabordi.

Da evitare

· Gli ormeggi non regolabili (soprattutto se di lunghezza ridotta) perché non permettono di calare (ridurre la tensione) la cima dietro per recuperare il davanti.

· L’utilizzo di parabordi e cime in polipropilene per causa di fragilità all’attrito e scarsa tenuta dei nodi.

· Coprire una cima direttamente sulla bitte in caso di ormeggio permanente.

· Lasciare una cima tesa in contatto con un pezzo spigoloso e tagliente (ancora senza ceppi, passacavo invertito, supporto di passerella, testa di vite…). Rischio di un’usura rapida della cima.

· Fissare i parabordi sulla ringhiera (possono esser spostati sul ponte in caso di vento forte)

Cio’ che è consigliato :

· Mantenere la cima e la catinella fuori acqua per evitare alghe e sporcizia

· Riportare fuori acqua la cima di punta in modo da, in posizione normale,mantenere la catena completamente immersa. Sarà in questo modo protetta dall’ossidazione.

· Attaccare i parabordi su zeppa, alla base di un candeliere. Per sicurezza, aggiungere un o due parabordi sul specchio di poppa.

· Uscendo dal posto barca prendete la cima di punta utilizzando la cima in nylon sott’acqua. Sarà in questo modo più velocemente afferrata ed eviterà di dover manipolare la catena-madre al ritorno della gita.

Regolare le cime :

Cime da specchio di poppa : stessa lunghezza con la barca bene centrata sul posto barca.

Cime incrocciate : stessa lunghezza

Allontanamento dal molo : fra 0,80 e 2,50 m a seconda delle dimensioni della barca e della passerella usata.

Tensione della cima di prua :

1 – Piccole imbarcazioni : ormeggio classico : per una forte tensione sulle cime della poppa la barca arriva quasi al molo ma senza toccarlo. Ormeggio tutti i tempi (svernamento, assenza prolungata del proprietario…) : per causa di una tensione molto elevata sulle cime di poppa, la distanza barca-molo deve essere superiore a 50 cm.

2 – Imbarcazioni superiore a 12 metri : la mola della nave e l’utilizzo della passerella necessitano di una tensione importante e costante degli ormeggi in modo da limitare i suoi movimenti. Per questo motivo, i posti barca di 22 e 30 metri sono equipaggiati di due ormeggi catene

Una volta l’imbarcazione ben impostata, segnate gli ormeggi con un’bout colorato oppure fissare dei tubi di gomma di protezione e segnarlo allo stesso modo.

Ormeggiarsi

1 – a velocità molto ridotta (¼ di nodi ) un errore di valutazione rimane un incidente senza conseguenze ammortizzato dali parabordi. Lo stesso errore a 3 nodi diventa un incidente con danni severi

2- Per cattivo tempo : non esitare a presentare la prua davanti al molo per evitare una manovra rischiosa in retromarcia. Se il posto é situato al vento di un vento momentenamente molto violento, ormeggiarsi in un posto facilitanto la manovra (ad esempio lungo un molo) e il vento forte appena finito, riprendere il suo posto barca.

AncoraggioOrmeggioCiò che è necessario sapere

Prendre un poste

A vitesse très réduite : Une erreur d’appréciation à 1/4 noeud est un incident qui peut être amorti par un pare-battage (bien placé). La même erreur à 3 noeuds devient un accident.

Par mauvais temps : Ne pas hésiter à prendre son poste l’avant au quai, pour éviter une manoeuvre hasardeuse en marche arrière. Si la place est située au vent d’un vent momentanément très violent, s’amarrer dans un endroit facilitant la manoeuvre (ex: le long d’un quai) et dès la fin du coup de vent, reprendre son poste habituel.